formato webp

WebP: il formato immagine migliore per il Web

Gennaio 23, 2024
Web marketing

Il formato immagine WebP, sviluppato da Google nel 2010, rappresenta una risposta diretta alla crescente necessità di ottimizzazione delle immagini sul web. Negli ultimi anni, la dimensione media delle pagine web è aumentata significativamente, in gran parte a causa delle immagini. Questa tendenza ha messo in evidenza la necessità di formati di immagine più efficienti in termini di dimensioni senza compromettere la qualità visiva.

 

Cos’è il formato immagini Webp

Il formato WebP è una moderna soluzione di compressione immagine, sviluppata da Google nel 2010. E’ stato creato per migliorare la compressione delle immagini web, mantenendo la qualità dell’immagine ad un alto livello.

Le immagini WebP offrono una flessibilità unica rispetto ai tradizionali formati come JPEG e PNG​​, rendendoli adatti per una vasta gamma di applicazioni web, quali ecommerce e siti web.  L’obiettivo principale del WebP è ridurre la dimensione dei file delle immagini, mantenendo allo stesso tempo una qualità visiva elevata, che risulta fondamentale per migliorare la velocità di caricamento delle pagine web e l’esperienza utente.

 

Vantaggi del formato WebP per il SEO

Il formato WebP offre numerosi vantaggi come la velocità di caricamento di un sito web che è un fattore critico per il posizionamento sui motori di ricerca. Immagini più leggere e ottimizzate, come quelle in formato WebP, possono ridurre significativamente i tempi di caricamento delle pagine, influenzando direttamente il SEO. Un sito che si carica rapidamente non solo migliora l’esperienza dell’utente, ma contribuisce anche a migliorare il ranking nei risultati di ricerca. Inoltre, l’adozione del formato WebP è un segnale di modernità e adattabilità tecnologica, aspetti apprezzati dai motori di ricerca per promuovere esperienze web ottimali​.

Ma esistono anche altri vantaggi quali:

  1. Tipo di compressione immagini
    • Compressione Lossy (con perdita di dati) che riduce notevolmente la dimensione del file mantenendo una qualità dell’immagine accettabile. Questo è ideale per fotografie e immagini in cui una leggera perdita di qualità è tollerabile in cambio di dimensioni di file notevolmente ridotte.
    • Compressione Lossless (senza perdita di dati) che a differenza di JPEG, il WebP supporta anche la compressione lossless, che è perfetta per grafiche o immagini in cui è fondamentale preservare ogni dettaglio dell’immagine originale, come loghi o immagini tecniche.
  2. Trasparenza, il WebP può gestire la trasparenza alfa, permettendo di creare immagini con sfondi trasparenti. Questo lo rende un’alternativa migliore al PNG per immagini come loghi o grafiche web che richiedono la trasparenza.
  3. Animazione, Il WebP supporta anche le animazioni, offrendo un’alternativa più efficiente al formato GIF. Le animazioni WebP hanno dimensioni di file più piccole a parità di qualità, rendendole ideali per l’uso web​.

L’adozione del formato WebP, è il valido sostituto dei formati tradizionali, può apportare notevoli benefici in termini di ottimizzazione delle immagini, miglioramento della velocità del sito e, di conseguenza, un impatto positivo sul SEO. Questo lo rende una scelta strategica per i professionisti del web che mirano a ottimizzare le prestazioni complessive per la realizzazione di siti web in ottica SEO.

 

WebP Vs Altri Formati (JPG e PNG)

Nella scelta del formato immagine più adatto per il web, è fondamentale considerare le differenze tra WebP e i formati più tradizionali come JPG e PNG.

Confronto della Qualità dell’Immagine e della Dimensione del File

  • WebP vs JPG: Il WebP, con la sua compressione lossy, offre una qualità dell’immagine paragonabile a JPG ma con dimensioni di file notevolmente ridotte. Questo lo rende ideale per immagini dettagliate come fotografie, dove è importante mantenere un equilibrio tra qualità visiva e dimensione del file​​.
  • WebP vs PNG: Mentre PNG è noto per la sua compressione lossless e supporto per la trasparenza, i file PNG tendono ad essere più grandi. WebP fornisce un’alternativa più efficiente, offrendo trasparenza e una compressione lossless ma con dimensioni di file molto minori, rendendolo vantaggioso per grafiche e loghi​​​​.

Scelta del Formato Immagine

  • Quando Usare JPG: JPG è meglio utilizzato per fotografie e immagini dettagliate dove la trasparenza non è necessaria. È anche una scelta sicura per la massima compatibilità del browser.
  • Quando Usare PNG: PNG è ideale per immagini che richiedono trasparenza o per grafiche con colori solidi e dettagli nitidi. È anche una buona scelta per immagini che devono essere modificate frequentemente a causa della sua natura lossless.
  • Quando Usare WebP: WebP è la scelta migliore per siti che cercano di ottimizzare la velocità di caricamento senza sacrificare la qualità dell’immagine. È particolarmente vantaggioso per siti con un grande numero di immagini come i siti e-commerce dove la velocità di caricamento è essenziale per l’esperienza dell’utente.

 

Compatibilità Browser Formato WebP

Nonostante i numerosi vantaggi del formato WebP, è importante considerare anche alcune limitazioni e sfide che possono sorgere nel suo utilizzo, uno di questi è la compatibilità con alcuni browser, in particolare con Internet Explorer e versioni precedenti di Safari. Questo richiede l’implementazione di soluzioni di fallback per garantire che le immagini siano visualizzabili su tutti i dispositivi e browser​.

Fallback per le immagini Webp

Con il termine “fallback“, nello sviluppo web, si riferisce ad un’alternativa che viene utilizzata nel caso in cui l’opzione principale non funzioni come previsto. Nel contesto delle immagini WebP e della compatibilità del browser, il fallback si riferisce alla pratica di fornire un formato immagine alternativo per quei browser che non supportano il formato WebP.

Ecco come funziona il fallback per le immagini WebP:

  1. Rilevamento del Browser: Il sito web verifica prima se il browser dell’utente supporta il formato WebP. Questo può essere fatto attraverso il rilevamento delle funzionalità del browser o utilizzando codice HTML/CSS specifico.
  2. Servire l’Immagine WebP: Se il browser supporta WebP, l’immagine viene servita in questo formato, permettendo di approfittare della sua alta qualità e delle sue ridotte dimensioni di file.
  3. Fallback a Formati Alternativi: Se il browser non supporta WebP, viene utilizzato un fallback a un formato immagine alternativo, come JPG o PNG. Questo assicura che l’immagine sia ancora visualizzata, anche se potrebbe non avere le stesse riduzioni di dimensione del file offerte da WebP.
  4. Utilizzo dell’Elemento <picture> in HTML: Una tecnica comune per implementare il fallback è utilizzare l’elemento <picture> in HTML. Questo elemento permette di specificare più fonti di immagini per diversi scenari, inclusi i formati di fallback. Ad esempio, si può specificare un’immagine WebP come opzione principale e un’immagine JPG o PNG come fallback.

 

Esempio di codice con fallback:

<picture>

<source srcset=”immagine.webp” type=”image/webp”>

<source srcset=”immagine.jpg” type=”image/jpeg”>

<img src=”immagine.jpg” alt=”Descrizione”>

</picture>

In questo esempio, il browser caricherà l’immagine WebP se la supporta; in caso contrario, caricherà l’immagine JPG. Il tag <img> alla fine serve come ulteriore sicurezza, assicurando che un’immagine venga visualizzata anche se i tag <source> non funzionano.

 

Convertire Immagini in Formato WebP

Convertire le immagini dei formati WebP è un processo cruciale per sfruttare i vantaggi di un’ottimizzazione di una pagina web. La conversione permette di ridurre le dimensioni dei file delle immagini mantenendo una qualità elevata, essenziale per migliorare le prestazioni del sito web e l’esperienza utente.

Per la conversione vi sono sia Strumenti di Google che Convertitori Online come Convertio, ma anche Plugin per software di grafica come Photoshop e WordPress.

 

Da JPG a Webp

La conversione da WebP a JPG può essere necessaria per diverse ragioni. Sebbene il WebP offra numerosi vantaggi, ci sono situazioni in cui il formato JPG è preferibile, come la necessità di compatibilità universale con tutti i browser e i dispositivi, o per l’uso in applicazioni che non supportano ancora il formato WebP. Come riportato in precedenza, si possono utilizzare, per una conversione rapida senza installare software, convertitori online di immagini WebP.

Troviamo infinite soluzioni per realizzare infinite idee

Indice dei Contenuti

Leggi anche